Barolo, tartufo e sapori terroir.

Le Langhe, il Monferrato e il Roero sono tre zone limitrofe con caratteristiche ambientali diverse ma che integrano vigneti, castelli e centri storici. Un’ area nota in tutto il mondo per la gastronomia stellata, per il tartufo, i suoi vini, la sua storia.   

Questa campagna offre paesaggi di natura incontaminata con colline contornate di vigneti e aziende vinicole produttrici di alcuni dei vini rossi più rinomati al mondo: Barolo, Barbaresco, Nebbiolo, e ambasciatori del bianco come il Moscato e l’Arneis.

Decine di piatti tradizionali, trattorie e osterie, ristoranti stellati.

Dagli antipasti: i salumi, carni crude e l’antica ricetta del vitello tonnato, i tomini al “verde”.

25

Ai primi piatti: i “tajarin” e i tipici “ravioli al plin”, i famosi secondi di carne: il bollito di bue, la selvaggina e il brasato al Barolo, il fritto misto alla piemontese, il tartufo d’Alba, i funghi, i formaggi. Oltre alla più famosa “bagna cauda” e ad altre zuppe tipiche come la “cisrà” (zuppa novembrina di trippa e ceci. E per finire i dolci di castagne e nocciole e grappa di Moscato.

Grazie ai saperi custoditi nei territori e nelle tradizioni locali, questi sono alcuni dei piatti “storici” che potrete gustare in queste aree. Tradizioni gastronomiche che vengono quotidianamente interpretate nelle cucine dei ristoranti stellati sino alle trattorie meno conosciute, valorizzando i prodotti del territorio in armonia con ambiente ed ecosistemi.

In queste zone infatti nasce il movimento Slow food, che diventerà una associazione no profit impegnata a in tutto il mondo nella valorizzazione dei territori e delle tradizioni locali

I sapori della cucina ligure, la vera cucina mediterranea.

Pesto, olio di oliva, erbe aromatiche, il pesce del mar ligure, i sapori dell’entroterra rappresentano le memorie, i profumi e i colori della Liguria.

IMG_8799

Sono un patrimonio per gourmet e buongustai. Potrete trovare un ristorante tipico o una antica osteria in ogni località di mare o vallata, o all’interno degli innumerevoli borghi antichi.

La cucina ligure come quella piemontese comprende preparazioni, ingredienti e tecniche legate sia alla produzione locale (come il preboggion, miscuglio di erbe selvatiche), che alle importazioni provenienti dagli stranieri con cui nei secoli, i liguri hanno avuto molti contatti (ad esempio il pecorino sardo, uno egli ingredienti del pesto), grazie alla storia dei porti delle città marinare e dei loro grandi navigatori.

Considerando la storia, le radici e gli elementi che la compongono, possiamo affermare che quella ligure sia la vera cucina mediterranea.

Una cucina semplice e genuina, propria del popolo di campagna,  dei naviganti e dei montanari, fatta di prodotti  comuni ed economici, che oggi è diventata costosa, ricercata e piena dei fasti antichi.

Potrete approfittare appieno della armonia di questo territorio immerso nell’arte, nella storia, nella natura, e dove cibo buono, sano e sostenibile trovano la loro massima espressione.

“ Piemonte e Liguria, odori, profumi e sapori per una esperienza sensoriale fuori dal comune ”